mercoledì 21 maggio 2014

12-18 maggio 2014 e ...10 righe dal Giro d'Italia 2014

12-18 mag. 2014:

- lunedì, San Giustino – Sansepolcro, ore 18:00:
Primi 6Km in compagnia di Giulio; io, di corsa. Lui in bici.
NOTE: Piacevole uscita per strade secondarie della Valtiberina con mio figlio Giulio e, dopo cena, inizio disturbi intestinali.

- martedì, mercoledì e giovedì, forti disturbi intestinali. Nausea e diarrea.
NOTE: Ancora una volta i bambini dall'asilo mi hanno portato un bel regalo. Prima si sono ammalati loro, poi io e mia moglie. A differenza delle altre forme virali che mi hanno sempre alzato le glicemie, questa me le abbassava. Da venerdì mattina, non appena l'intestino ha ripreso a funzionare, la situazione piano piano è rientrata.

-venerdì, Apecchio - C&D @Giro d'Italia 2014.
tappa. Ad ore 15:00, uscita in bici a ritmi leggeri per c.a. 120'

-sabato, Apecchio-Carpegna con scalata del CIPPO: lunga uscita in bici con soste a ritmi leggeri e … scalata del CIPPO

-domenica, Apecchio, ore 9:00, giro del Monte Nerone: uscita in bici con brevi soste, a ritmi medi, per c.a. 180'


10 righe da … C&D @Giro d'Italia 2014:

Tre giorni di bel tempo, a dispetto di ogni previsione: tre giorni di confronto e convivialità con vecchi e nuovi compagni di squadra.
Tutto bene, ordinariamente bene, sia metabolicamente che sotto il profilo atletico, nonostante uscissi da un'ennesima (spero ultima!) forma virale che mi hanno riportato i figli dall'asilo.
D'altronde, quale comune ciclista non avrebbe apprezzato incontrarsi con altri colleghi e pedalare nelle strade dove il Pirata ha costruito le sue memorabili vittorie, bagnandole con il suo sudore come questo ultimo fine settimana hanno fatto tanti altri ciclisti?
Tuttavia, da ciclomellitus, inizio ad avvertire oggi il bisogno di cambiamento. Per non appiattirsi, per continuare a conoscersi sempre di più e per continuare a crescere e a distinguersi da altre comuni associazioni.
Sapere e controllare, conoscere come stanno le cose che ci riguardano come atleti, rappresentano infatti quei bisogni che ci hanno fatto incontrare e ci hanno mosso sin dall'inizio.
Andare quindi oltre la tappa (e probabilmente anche oltre il Camp), pur consapevoli delle proprie risorse e che dunque da soli non si può continuare a crescere così prepotentemente come abbiamo fatto in questi anni.
Che durante questo anno gli athletimelliti possano riflettere insieme, restando rigorosi ma al tempo stesso consapevoli e obiettivi!
Quindi, in conclusione, sparare o continuare a sperare?
Io non ho dubbi, continuerò a sperare e continuerò a votare ancora C&D e DNL.
Sansepolcro, li 20 maggio 2014.
Andrea Guerra