mercoledì 19 agosto 2015

L'insulina è la sola chiave? (2gg nei Sibillini)

17 e 18 agosto 2015, Grande anello dei sibillini - report di una due giorni sui Sibillini in MTB con amici e … di una occasione sprecata

-Attività prolungata aerobica (avevamo sempre fiato per parlare, in ogni momento)
-Raccolta costante e immediata dei dati tramite la app “Note” del mio vecchio, affidabile iPhone 3GS
-Durante la pedalata, bevuta acqua regolarmente


a) Terapia: multiiniettiva Novorapid e Levemir
b) Pregresso atletico degli ultimi tre mesi: a settimana, c.a. 6/7 ore di attività (bici o corsa) distribuita in 4 sedute
c) Pregresso atletico degli ultimi 12 mesi: a settimana, c.a. 6/7 ore di attività (bici o corsa) distribuita in 4 sedute
d) Rapporto (a riposo) unità totali insulina / kg peso corporeo (media): 0,46
e) Rapporto (a riposo) unità totali insulina / gr. carboidrati (media): 18


Domenica, 16 agosto:
20:30, cena molto leggera, con 2u.Novorapid
22:00, 1/3 di tazzina da caffè con "crema Amaro Averna"
22:45, 182 mg/dl, 9u. Levemir

Lunedì, 17 agosto (pedalata molto lunga e impegnativa):
6:15, 194 mg/dl, 3u.Novorapid, gr.200 latte+4fette biscottate integr. con marmellata e una manciatina di All Bran
6:50...in auto
8:30, 147 mg/dl
10:20, partenza da Visso
11:20, barretta All Bran snack (gr.cho21)
12:20, barretta “panfrutta” Kellogg's (gr.cho23) e 1/3 di banana
(Durante la pedalata, bevuta borraccia con 25gr.cho)

Pausa pranzo lungo il percorso: 14:15, 96mg/dl, 1u.Novorapid e 3u.Levemir, panino con pane integrale da gr.140 con gr.25 prosciutto crudo sgrassato quasi integralmente

14:55, partenza
16:30, fruttino Zuegg (gr.cho28)
17:15, 140mg/dl
18:00, ca 150gr prugne colte da un albero lungo la strada
18:30, fruttino Zuegg (gr.cho28)
19:20, 2 miele (gr.cho10)
20:00, 1 miele (gr.cho5)
20:40, 111 mg/dl
21:10, fine pedalata
21:40, 7u.Novorapid, 1,5 piatto di pasta (bis di primi), 400ml di birra, una salsiccia arrosto, ca 100gr. patate, 20gr.pane, mezza porzione di cinghiale
23:30, 66 mg/dl, 9u.Levemir

Martedì, 18 agosto (pedalata non molto lunga e poco impegnativa):
2:00 c.a., 1u.Novorapid
7:30, 237 mg/dl, 3u.Novorapid
8:00, cappuccino, 3 fette biscottate con marmellata, 1bicchiere di succo arancio, pezzetti di torcolo (ca 90gr?)
9:40, 188 mg/dl, partenza
11:30, barretta “panfrutta” Kellogg's (gr.cho23)

13:15 - Pausa pranzo in ristorante a Castelluccio: 13:15, 104mg/dl, Farecchiata + c.a. 300ml di birra + caffè (un primo con farina di piselli e alici. Ad occhio, credo sia stato un pasto da soli 30gr.cho circa, ma con grassi. Erano otto bocconcini oleosi con farina di piselli, appoggiati su di un piatto oleato)
13:50, 4u. Levemir (niente Novorapid)

14:30, ripartenza per ultimi 23 a ritmi molto bassi (Da Castelluccio a Visso, molta discesa)
15:45, fine pedalata
16:00, 210 mg/dl, 1u. Novorapid, caffè e … in auto
18:00, 10gr.cho (in auto, ho preso 1bustina di zucchero e 1bustina di miele (gr.cho10) per sintomi di ipo). Dopo un po', sentivo ancora fame ma … volevo arrivare a casa per cenare.
19:30, in casa, 65mg/dl, 1 mela, 100gr.crostata fatta in casa e bicchiere di succo di frutta
20:00, 4u.Novorapid, 1 piatto minestra verdure con 2 cucchiaini di parmigiano grattato, uno di lecitina di soia, uno di olio di oliva + 80gr. pane integrale + frittata con zucchine (1 uovo) + 1 insalata + 10 acini uva bianca da tavola + 1 gelato VALSOIA (21gr.cho).
22:30, 167 mg/dl, 10u.Levemir e … a letto

Il senno di poi:
L'insulina è la chiave che fa entrare lo zucchero nella cellula”, hanno sempre detto i nostri diabetologi. “Ma è sempre l'unica chiave, in ogni circostanza?”, mi chiedo io.
Questa “due giorni” è stata un'occasione sprecata per sperimentare e verificare fino in fondo se sia possibile svolgere un'attività fisica prolungata (oltre le 7 ore) senza necessità di insulina, alimentandosi con 15 o 20 gr.cho ad intervalli di 45/60minuti (la prima integrazione dopo 60/75minuti).
Sono convinto che lunedì, se avessi rinunciato al pranzo (che è stato un carico di cho nettamente superiore a 15 o 20 gr.cho) e se avessi integrato con piccole dosi regolari di cho, sarei arrivato bene fino a cena.
Martedì invece, alla fine della (molto più leggera!) pedalata, avrei potuto evitare quell'unità di correzione alle 16:00; il secondo giorno soprattutto, avendo alle spalle una precedente giornata di attività intensa, se avessi potuto pedalare fino alle 18:00 mangiando sempre e solo quel poco che ho mangiato, avrei potuto evitare di fare insulina (quelle 4u. di Levemir durante il modesto pranzo e ovviamente l'unità delle 16:00).
Resta il dubbio per la mancata, completa verifica.

San Giustino, li 19 agosto 2015

Andrea Guerra