lunedì 23 marzo 2015

16-22mar. 2015: report e … personali considerazioni sull'insulina Tresiba

16-22mar. 2015: report e … personali considerazioni sull'insulina Tresiba
Minuti totali di corsa: 0'
Minuti totali di bici: 500'


  • martedì, ore 14:00, Sansepolcro, 80' di bici
NOTE: 39Km, su percorso collinare (Sansepolcro, Anghiari, Pieve S. Stefano, Sansepolcro) https://www.strava.com/activities/269666789
  • mercoledì, ore 6:00, Sansepolcro, 50' di rulli
NOTE: Media battiti, 96 ppm, intensità medio/bassa.

  • giovedì, ore 13:45, San Giustino, 100' di MTB
NOTE: 23,4Km San Giustino-Monte Giove-Via Giulia-Montecasale-Sansepolcro-San Giustino.


  • sabato, ore 13:00, Sansepolcro, 160' di bici

  • domenica, ore 9:00, Sansepolcro, 110' di bici



Personali considerazioni sull'insulina Lenta Tresiba:
Dopo 15 gg con Tresiba (una iniezione al giorno), ritorno a Levemir (due iniezioni al giorno) per le seguenti ragioni.
Con Levemir ho più elasticità di azione nella somministrazione giornaliera. Con Tresiba devo invece programmare le successive 24 ore e sapere se svolgerò un'attività fisica o meno.
Riconosco a Tresiba efficacia e stabilità per tutte le 24 ore (diversamente da Lantus); se il bolo è appropriato al pasto, nelle successive ore della giornata la glicemia (oggi) resta più stabile rispetto a Levemir.
Forse questa maggiore stabilità di Tresiba è dovuta al fatto che sto provando una nuova insulina; quando infatti iniziai Levemir, avevo maggiore stabilità nelle successive ore della giornata che ora effettivamente ho un po' perso.
Riesco tuttavia a compensare questa attuale minore stabilità di Levemir (l'ultimo day Hospital me lo conferma) con una media di 4 sedute settimanali di allenamento (attualmente, bici), per un totale settimanale di c.a. 7-8 ore che desidero svolgere ma che posso -purtroppo- svolgere non appena mi si apre una “finestra” libera durante le mie dinamiche e impegnate settimane.
Ammetto che se avessi aggiustato meglio le dosi (ed il tiro) tra Tresiba e analogo, avrei potuto migliorare i valori glicemici (li ho trascritti in due miei report di marzo pubblicati su http://athletamellitus.blogspot.it/).
Tuttavia, non soffrendo un buco in più e avendo già un buon compenso metabolico (oltre che l'intenzione di continuare a fare ancora molti Km in bici), perché oggi complicarsi la vita cambiando la lenta?
Buon inizio settimana.

Sansepolcro, li 23 marzo 2015.
Andrea Guerra